spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 26 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Ironico annuncio posizionato da un anonimo imprunetino sul cartello dei lavori in corso

    Si sa, all'Impruneta (forse più che altrove) c'è un'impagabile verve polemica e simpaticamente dissacrante. La potremmo forse definire una sorta di… piccola Livorno sulle colline di Firenze.

     

    In questi giorni è spuntato un foglio scritto da un anonimo imprunetino che fa da "corredo" all'immancabile cartello dei lavori in corso. Che segnala il pericolo su un marciapiede in  via del Ferrone, a pochi metri da piazza Accursio da Bagnolo.

     

    "Icchè si fa con questa bucha?" chiede ironicamente (scimmiottando nello scritto anche un po' di dialetto) all'ente pubblico il cartello. Effettivamente la situazione è abbastanza pericolosa, con una buca nel manto del marciapiede coperta alla meglio e il cartello che toglie… ogni pensiero.

     

    Considerando però il fatto che il marciapiede in questione è in una zona molto abitata e trafficata dai pedoni, e che la buca è quasi di fronte all'ingresso di una casa, forse… "icchè s'ha da fare" lo si sa bene. Sistemarla prima possibile.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...