spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 22 Maggio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Sisma: due cani rimasti senza padrone presi dalla Protezione Civile di Impruneta

    I ragazzi dell'Impruneta sono tornati dalle zone del sisma con due cuccioli il cui padrone era morto. Già adottati

    IMPRUNETA – Erano rimasti soli: il loro proprietario era morto, schiacciato dalle macerie, in una casa delle campagne di Amatrice.

     

    I ragazzi della Protezione Civile della Misericordia di Impruneta, appena tornati dopo aver prestato servizio nelle aree colpite dal sisma, li hanno trovati in una stalla. Hanno chiesto il permesso e li hanno portati con loro, trovandogli uno sbocco per una vita migliore.

     

    I due cuccioli che vedete nella foto infatti sono stati subito accuditi dai volontari imprunetini, che poi li hanno caricati in auto e portati con loro in Toscana: appena arrivati avevano già una casa, una nuova famiglia.

     

    Quello degli animali, da lavoro (mucche, pecore) e da compagnia, è infatti un dramma all'interno del dramma: molti sono rimasti uccisi, molti sono rimasti senza i loro compagni umani.

     

    Il gesto dei ragazzi del gruppo di Protezione Civile imprunetino è l'esempio, caso mai ce ne fosse ulteriore bisogno, della loro grande sensibilità.

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...