spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 29 Maggio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    “Chiusura pomeridiana Poste Tavarnuzze: provvedimento ai limiti dell’assurdo”

    Il sindaco Alessio Calamandrei all'attacco: "Abbiamo già iniziato una raccolta firme per dire forte e chiaro di no!"

    TAVARNUZZE (IMPRUNETA) – “Non possiamo che ritenere incomprensibile il piano di riorganizzazione di Poste Italiane”.

     

    A dirlo è il sindaco di Impruneta Alessio Calamandrei, che al pari di altri colleghi del territorio si sta trovando ad avere a che fare con prospettive drastiche per gli uffici postali.

     

    "Dopo aver chiuso la sede nel capoluogo – rimarca il sindaco – adesso veniamo a sapere che cè la volontà di chiudere nel pomeriggio anche le Poste di Tavarnuzze! Per assurdo potremmo addirittura capirlo, ma vista l’affluenza continua fino alla chiusura riteniamo tale provvedimento al limite dell’assurdo".

     

    "Poco più di un anno fa – ricorda – già altri comuni furono colpiti da provvedimenti simili, con un alzata di scudi della cittadinanza coinvolta. Ebbene noi stavolta faremo la nostra parte. Abbiamo già iniziato la raccolta firme contro la chiusura, in attesa di capire cosa realmente succederà".

     

    "Un punto fra l’altro di vitale importanza quello delle Poste di Tavarnuzze – rilancia Calamandrei – in quanto permette anche a chi transita, magari per tornare a casa nel pomeriggio, di fermarsi ed effettuare i servizi necessari, tanto più che, come appena detto, l’ufficio postale di Impruneta è chiuso ormai da anni nel pomeriggio".

     

    "Vorrei precisare – riprende – che ad oggi nessuna comunicazione ufficiale è stata data a questo ente e tanto meno al sottoscritto, con una totale mancanza di confronto da parte di Poste Italiane e dei sindacati che ne erano al corrente".

     

    "Noi intanto facciamo la nostra parte raccogliendo le firme e coinvolgendo tutta la cittadinanza – conclude Calamandrei – prima di passare ad altre manifestazioni di protesta nel caso non ci sia un chiaro e concreto chiarimento.”

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...