spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 5 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Commemorazione del 77° anniversario del bombardamento di Impruneta, per non dimenticare

    Sabato 24 e domenica 25 luglio si ricordano, pur con le limitazioni necessarie per il Covid, i tragici eventi del '44 che portarono alla morte di molti imprunetini

    IMPRUNETA – Sabato 24 luglio, alle 17, nel capoluogo, risuoneranno i rintocchi delle campane, in memoria dell’inizio dei bombardamenti del ’44. Domenica mattina, alle ore 11, Santa Messa di suffragio alla Basilica dell’Impruneta, a ricordo di tutti gli imprunetini morti sotto il bombardamento.

    A seguire, la deposizione della corona al Parco della Rimembranza, alla presenza delle autorità e delle associazioni. Conclusione della manifestazione sotto il loggiato del Comune, dove i nomi delle vittime sono ricordati, incisi nella terracotta.

    Il solenne corteo nemmeno quest’anno farà tappa nei luoghi simbolo – via Cavalleggeri e via
    Mazzini – dove saranno comunque presenti le corone d’alloro commemorative.

    “E’ d’obbligo per noi e per tutti – dichiara il sindaco Alessio Calamandrei – continuare a tenere alta l’attenzione, in virtù anche del nuovo innalzamento del numero dei contagi sul territorio imprunetino”.

    “Un’attenzione – sottolinea – che deve essere doppia in queste ricorrenze, poiché, se è giusto ricordare ogni anno gli eventi nefasti che colpirono Impruneta, è giusto in primis portare la massima attenzione per la salute individuale e collettiva, di una comunità”.

    “Non saremo certo manchevoli nel ricordo – conclude Calamandrei – ma purtroppo limitando anche quest’anno la manifestazione che negli anni ha visto affiancata a mostre, concerti, letture, presentazione di libri, nel portare avanti il ricordo e la conoscenza di tanto dolore che colpì Impruneta”.

    Il pubblico può essere presente rispettando le indicazioni anti-assembramento.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...