spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 30 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    A quel punto si attende la reazione del Pd, che ha posto una sorta di “aut aut” nei suoi confronti

    Non si fa mai il nome di Riccardo Lazzerini, ma anche in questo caso sembra scontato il sostegno di Sel alla candidatura, alle primarie della coalizione dei centrosinistra, del consigliere provinciale.

     

    "Domani alle 18 – scrive Carmelo Meli, coordinatore chiantigiano del partito – Sel consegnerà le firme al comitato dei garanti che prevede un esponente per ogni forza di coalizione: il nostro candidato sarà quello che noi riteniamo più opportuno. Sono sicuro che il buon senso prevarrà".

     

    Un richiamo al buon senso che fa esplicito riferimento al documento diffuso nei giorni scorsi dal partito democratico di Impruneta, in seguito all'apertura dello stesso Lazzerini (che intanto sta lavorando anche per le "parlamentarie" di Sel, nell'ambito delle quali è candidato ad essere inserito nella lista del Senato) a una possibile partecipazione alle primarie.

     

    Un documento in cui il Pd "congelava" la neonata coalizione (con Sel, Psi e Indignamoci) a fronte del voto contrario di Sel (emesso dallo stesso Lazzerini) in consiglio provinciale al momento dell'approvazione del piano interprovinciale dei rifiuti.

     

    "Voglio inoltre ricordare – dice a questo proposito Meli – che il nostro voto contrario al piano interprovinciale è avvenuto alle 20 del 17 dicembre 2012, mentre la firma per le primarie di coalizione (vedi foto) è stata ratificata intorno alle 23.50 dello stesso giorno. Il voto contrario in Provincia era stato preventivamente annunciato a tutto il Pd a tutti livelli. I ripensamenti dell'ultimo momento sono incomprensibili".

     

    Quindi Sel prosegue per la sua strada: raccolta delle firme e indicazione del candidato per le primarie di coalizione. Da domani si attende la risposta del Pd a queste "mosse".

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...