spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 6 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Presentato il progetto a un primo gruppo di under 35: medici, imprenditori, studenti, …

    IMPRUNETA – C’è Alessio, laureato in Ingegneria pronto ad affacciarsi nel mondo del lavoro. C’è Chiara, medico. C’è Lapo, imprenditore nel settore ricettivo e della ristorazione. E Chiara, fisioterapista, Marco, artigiano… .

    Assieme a un’altra quindicina di “under 35” sono la prima “avanguardia” di quella che è destinata a diventare la Consulta dei Giovani della Banca di credito cooperativo di Impruneta.

    Un organismo molto agile e snello, che avrà il compito di rappresentare i giovani soci (fra 18 e 35 anni, circa 140 ad oggi) dell’istituto di credito, di elaborare progetti e ideare iniziative che abbiano come bussola di riferimento il territorio e i suoi abitanti.

    Sono stati il presidente della Bcc Stefano Romanelli e il direttore generale Gianpietro Righi, assieme al suo vice Roberto Castellani, a presentare il progetto Consulta all‘“avanguardia” di cui si parlava sopra.

    Un incontro davvero costruttivo, svoltosi nei giorni scorsi nei locali della sede centrale di Impruneta, nel quale la banca ha spiegato i motivi che l’hanno spinta a credere fermamente in questa opportunità.

    “Il mondo sta cambiando velocemente – ha detto il presidente Romanelli – e la nostra banca, pur modernizzandosi, deve mantenere l’identità. Rimanendo presente sul territorio, aiutando le fasce più deboli. Noi in questi anni abbiamo fatto questo, continuando ad erogare credito, dare fiducia, magari più “stretti” nelle normative europee ma essendoci. Sempre”.

    “Voi – ha detto concludendo ai ragazzi – dovete essere la linfa nuova di questa banca, che dovrete sentire un po‘ vostra. Far parte di una banca come la nostra deve essere considerato un impegno sociale, sarete a disposizione della comunità”.

    “Vi presentiamo un progetto – ha detto il direttore generale Righi – che, se vi interessa, vi vedrà come attori principali. Noi ci contiamo molto perché voi siete il futuro di questa banca. In 40 anni è la prima volta che riuniamo un gruppo di giovani: è una sfida per tutti, per voi e per noi”.

    Il 13 dicembre, durante Impegno Premiato, la storica “vetrina” prenatalizia in cui la Bcc premia gli studenti migliori, il progetto sarà presentato al pubblico: poi, dopo i passaggi necessari, l’obbiettivo è di aver formata e operativa la Consulta per l’assemblea gennerale dei soci del maggio 2014.

    Anno nel quale, e non è un dettaglio, si celebrerà il centenario dell’istituto di credito cooperativo imprunetino.

     

    Se si è soci della banca fra i 18 e i 35 anni di età, e si vuol avere informazioni sulla Consulta, si può scrivere a giovanisoci@impruneta.bcc.it.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...