spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 30 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Ecco cosa rimane della struttura che attraversava il fiume alla Certosa

    Il ponte a uso esclusivo del cantiere per la realizzando dei lavori di prolungamento dell’Autopalio Fi-Si e della terza corsia della A1, è crollato a causa delle intense piogge di questi giorni.

     

    Situato all’altezza del casello autostradale Firenze Impruneta (ex Certosa) serviva al passaggio dei mezzi pesanti, camion, betoniere. Com’è possibile vedere dalle foto, gli anelli da dove doveva passare l’acqua del fiume Greve, sono stati ostruiti da detriti e tronchi di alberi trascinati durante la piena, facendo probabilmente così “collassare” il breve tratto d’asfalto.

     

    L’accesso è stato immediatamente chiuso. Da notare, la quantità di bottiglie di plastica rimaste tra i tronchi d’albero, e chissà quante altre ancora stanno galleggiando lungo il corso dei fiumi, che nessuno potrà recuperare. Questo grazie all’inciviltà degli uomini.

    di Antonio Taddei

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...