spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 2 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    A farla il consigliere comunale Bressi: erano stati messi in mezzo alla carreggiata

    IMPRUNETA – Forse se ne parlerà anche nel consiglio comunale che inizierà alle 18, questo pomeriggio: di sicuro lo spostamento di alcuni cassonetti e la presenza di grossi massi lungo via Vittorio Veneto è stata notata da molti imprunetini questa mattina.

     

    Fra questi il consigliere comunale di opposizione (Il Coraggio di Cambiare) Sandro Bressi, che ha documentato tutto con una "carrellata" di fotografie: "Qualcuno riesce a spiegarmi – dice Bressi – la presenza dei cassonetti della spazzatura presenti ai margini della carreggiata stradale di viale Vittorio Veneto ad Impruneta?".

     

    "Questa mattina – prosegue Bressi – lungo il viale erano presenti ben cinque cassonetti della spazzatura ed alcune grosse pietre. Intorno alle 9.30 circa ho incontrato in piazza un giovane concittadino che conosco bene, che mi ha messo a conoscenza dell’insolita presenza dei cassonetti. Lo ringrazio per il suo forte senso civico e di responsabilità, anche perché si stava recando presso gli uffici comunali per fare una segnalazione. Ebbene, dopo circa tre ore toccava a me percorrere quel tratto di strada e constatare che i cassonetti erano ancora presenti".

     

    "A questo punto – continua – ho ritenuto opportuno spostare ulteriormente tutto al bordo della strada ed allontanarmi per chiedere aiuto, ma al mio ritorno sul luogo, intorno alle 13.30 circa, trovavo all’opera personale della Provincia che dopo aver rimosso le pietre mi ha assicurato che si stava attivando anche per la rimozione dei cassonetti".

     

    "Per questa vicenda – dice – in qualità di consigliere comunale, ritengo doveroso porgere le mie personali scuse agli utenti di questa strada ed a tutti gli imprunetini nonché sottolineare il fatto che, sicuramente, si tratta di un’azione posta in essere da personale non autorizzato. Sono invece convinto che si tratta di atti vandalici di persone irresponsabili e prive di ogni senso civico in quanto basterebbe pensare per pochi istanti ai guai che potrebbe causare un cassonetto della spazzatura posizionato in mezzo ad una carreggiata stradale molto trafficata e che, tra l’altro, negli ultimi tempi è rimasta priva di illuminazione pubblica".

     

    "Sarebbe facile – conclude – in questa circostanza, per il sottoscritto, nella sua qualità di consigliere comunale di opposizione, strumentalizzare questo evento contro l’attuale sindaco e la sua amministrazione, tuttavia sono fortemente convinto che si tratta di evento a loro non imputabile. Di contro, invece, vorrei esortare gli ignoti "imbecilli" a riflettere sulle conseguenze che un atto del genere potrebbe avere esortandoli ad un maggiore rispetto per le cose di tutti".

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...