domenica 17 Gennaio 2021
Altre aree

    FOTO / La Protezione Civile della Misericordia di Impruneta all’Abetone sommerso dalla neve

    Prima una coppia di volontari specializzati per 5 giorni, poi nell'ultimo week end due squadre con 8 volontari in tutto: "Mai vista una nevicata del genere, fino a 3 metri"

    IMPRUNETA – Trasferta sulle montagne pistoiesi, all’Abetone, per i volontari del gruppo di Protezione Civile della Misericordia di Impruneta.

    In primo luogo, da domenica 3 gennaio, per cinque giorni, con due volontari specializzati.

    Che hanno la patente per condurre i mezzi speciali della colonna regionale: bobcat, camion, moto turbine.

    Cinque giorni di lavoro durissimo, rimanendo a dormire in un ostello parrocchiale.

    Poi, sabato 9 e domenica 10 gennaio, la Protezione Civile della Misericordia imprunetina ha inviato due squadre, con otto persone in tutto.

    Loro hanno liberato la scuola dalla neve per l’apertura del lunedì, utilizzato la moto turbina e gli spargisale in dotazione alla stessa Protezione Civile.

    “Una nevicata che non avevamo mai visto – ci hanno detto al loro rientro i ragazzi del gruppo – con punti nei quali era anche 3 metri. Forse ne avevamo vista una simile, ma non così, quando andammo a Muccia, nelle zone del terremoto”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...