spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 10 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Le foto da “La Panacea di tutti i mali”, rappresentazione che ha avuto grande successo

     

     

     

     

     

    Risate a non finire per un successo davvero straordinario, documentato dalle splendide foto scattate e forniteci (e per questo la ringraziamo di cuore) da Francesca Iacopini.

     

    Stiamo parlando della Compagnia Filodrammatica Spettacolo Imprunetino, che nei giorni scorsi ha portato sul palcoscenico del Circolo Cattolico "La Panacea di tutti i mali", tre brillantissimi atti firmati da Antonella Zucchini. Con la regia di Andrea Balatri sono andati in scena Giovanni Burgassi (nel ruolo di Clemente Bongini, orefice); Francesco Nidiaci (Guerrino, suo fratello); Francesca Gabriele (Fedora, sua moglie); Viola Bruni (Gioconda, la loro figlia); Desi Fantoni (Primetta, la serva di casa); Gregorio Parrini (Ruggero, innamorato di Gioconda); Leonardo Cerrini (Vittore, amico di Ruggero); Sabina Tofanari (Amrbosia, sorelle degli orefici); Simone Nardini (Pio, pretendente di Gioconda); Carla Pieraccini (Brigida, sua madre). Suggeritore Alessandro Polignano; musica, scene, costumi a cura dello staff.

     

    Un'occasione davvero unica, in cui la Compagnia ha "attinto" da facce nuove scelte appositamente per i ruoli disegnati dalla Zucchini. E già si parla di repliche richieste… a gran voce.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua