spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 5 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    FOTOGALLERY / “Negli intrecci della nostra storia”: la sfilata del rione Sante Marie

    Il rione azzurro, quarto classificato, ha portato in scena una delle tradizioni di Impruneta: l’arte della paglia

    IMPRUNETA – Quarto posto oggi, domenica 2 ottobre, nella 96esima edizione della Festa dell’Uva di Impruneta per il rione delle Sante Marie.

    Sono stati 29 i punti assegnati dalla giuria al rione azzurro per il suo carro e spettacolo in piazza dal titolo “Negli intrecci della nostra storia”.

    Questa la presentazione del carro da parte delle Sante Marie.

    Nel suo spettacolo il Rione Sante Marie ha portato in scena una delle tradizioni del paese di Impruneta: l’arte della paglia.

    Nello spettacolo i rionali hanno posto in evidenza il ruolo delle nonne e delle donne stesse, custodi di questa tradizione e simbolo più genuino del movimento femminile nazionale per i diritti della donna.

    Uno spettacolo che si muove su una doppia simbologia.

    Da una parte la storia del paese di Impruneta, e dall’altra la battaglia per i diritti delle donne.

    Un “intreccio” di sudore e sentimenti, amori e famiglie, generazioni e tradizioni.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua