spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 28 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Svaligiata la casa del padre del consigliere comunale Riccardo Lazzerini

    Ancora un furto in casa all'Impruneta, dove il ripetersi di questi episodi sta inizando a farsi davvero preoccupante.

     

    Ad essere colpito stavolta il padre del consigliere comunale di Il Coraggio di Cambiare Riccardo Lazzerini, che si è ritrovato con la sua casa (nella zona del Desco) svaligiata: i ladri sono entrati mentre era "Festa della Musica", al Parco del Sant'Antonio.

     

    L'uomo esce di rado, tanto da far pensare che probabilmente sia stato seguito e pedinato. Le stesse modalità di comportamento dei ladri in casa, che si sono presi tutto il tempo per fare i loro "comodi", hanno fatto addirittura pensare che potesse essere tenuto sotto controlo da un "palo" alla festa, in contatto con i complici in casa. Di questo però si occuperanno i carabinieri della Stazione di Impruneta, presso i quali oggi l'uomo sporgerà denuncia.

     

    I ladri sono entrati dalla parte del giardino, forzando prima una grata a soffietto di metallo, poi sfondando letteralmente una porta: sono entrati dentro, hanno aperto i cassetti prendendo i pochi euro che erano in casa.

     

    Poi hanno trovato una piccola cassaforte: sono scesi in garage, hanno preso una prolunga e il flessibile, sono tornati su e hanno tagliato la cassaforte. Dove non c'era granché, ma hanno preso valori affettivi. E poi si sono portati via un libretto della banca, un libretto degli assegni. E sono tornati in in garage a guardare quel che avevano arraffato.

     

    A quel punto forse l'uomo è tornato a casa: forse i ladri sono entrati nel panico e hanno addirittura forzato la porta del garage anche… per uscire.

     

    "Un colpo da parte di povera gente nei confronti di gente un po' meno povera – commenta amareggiato Riccardo Lazzerini – Non più un "conflitto di classe" ma uno scontro tra poveri e altri oggi un po' meno poveri. Tutto ciò avviene durante lo svolgersi di una bellissima serata di alta civiltà, dove persone normalissime erano intente ad offrire uno scampolo di "cultura volontaria" in quel del Parco di Sant'Antonio, dove la Filarmonica e la Corale di Impruneta davano vita alla prima serata di Musica sotto le stelle".

     

    "Rimane tanta amarezza – conclude – ma la chiara certezza che non tutti, in questo mondo, sono pronti ad accettare la legge della giungla".

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...