spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 2 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Furto a Colleramole. Rientrano e trovano i ladri: porta sfondata con un’ascia

    Scenario da brivido per una famiglia, derubata l'1 novembre: il racconto al Gazzettino del Chianti

    COLLERAMOLE (IMPRUNETA) – Non per tutti l'1 novembre è stato un giorno di riposo e tranquillità.

     

    Non certo per una famiglia che è uscita nel primo pomeriggio dalla propria casa, a Colleramole, pensando di godersi la bellissima giornata. E che quando è tornata ha trovato la propria casa a soqquadro.

     

    Il racconto della proprietaria è terribile: “Ieri mattina eravamo a casa con mia madre e i miei suoceri a raccogliere le olive, siamo andati via verso le 14.30 portando con noi i nostri cani e lasciando una macchina a casa”.

     

     

    “Quando siamo tornati – prosegue – verso le 20, mentre mi avvicinavo al cancello ho visto una maglietta bianca muoversi in giardino, e nel frattempo il cane ha iniziato ad abbaiare”.

     

    La donna mantiene i nervi saldi, e accende le luc; a quel punto sente scavalcare la rete: “Siamo rimontati subito in macchina e abbiamo puntato i fari verso la porta di ingresso, che era aperta”.

     

    Chiamano subito i carabinieri, ed aspettano loro per entrare in casa. Quello che si presenta ai loro occhi è uno scenario da brivido.

     

    “La porta era stata spaccata con un'ascia – racconta senza lasciare alcun dettaglio – e con il piccone avevano fatto un buco nel muro per smurare la serratura. Tutte le finestre e le porte erano aperte. Dentro avevano messo a soqquadro tutto. Tutti gli armadi erano rovesciati, i cassetti aperti, i quadri spostati, i libri tolti dalla libreria. Avevano aperto perfino i coperchi delle teiere e le matriosche, un delirio”.

     

     

    “Nonostante il caos più totale – confessa – per fortuna non hanno portato via niente di valore… perché non avevamo nulla. Solo il pc di lavoro di mio marito, che è stato il danno più grosso".

     

    Dato l’alto numero di furti registrato in questi giorni nella zona del Chianti e nelle aree limitrofe, consigliamo di prendere tutte le precauzioni necessarie prima di uscire, e di avvertire le autorità competenti nel caso notaste qualcosa o qualcuno di sospetto.

     

     

    di Costanza Masini

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...