spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 30 Maggio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Post eventi natalizi: il grazie del presidente della Pro Loco di Tavarnuzze

    Samuele Sandrucci (a nome del consiglio): ai cittadini, alla Mital, alla falegnameria Manetti, ai commercianti...

    TAVARNUZZE (IMPRUNETA) – "A fine di questo intenso periodo natalizio e di capodanno, felici per i risultati ottenuti, ci preme ringraziare innanzitutto la cittadinanza che ha partecipato ai vari eventi proposti dalla Pro Loco di Tavarnuzze".

     

    Iniziano così i ringraziamenti, pubblici e sinceri, del presidente della Pro Loco tavarnuzzina Samuele Sandrucci.

     

    Che dice grazie (a nome di tutto il consiglio) anche "alla Mital per aver permesso di esporre il bellissimo presepe in piazza; alla falegnameria Manetti per le casine; alla Pro Loco di Impruneta per l'ottima collaborazione in occasione della festa della befana; a tutti i commercianti di Tavarnuzze e all'Asd Impruneta Tavarnuzze per la collaborazione e ancora più per le bellissime luminarie che hanno abbellito il nostro paese".

     

    "Un caloroso ringraziamento – conclude Sandrucci – a tutti i volontari che hanno aiutato alla casina delle dolcezze e durante gli eventi. Ripartiamo con un 2020 ricco di eventi e idee: il primo: carnevale! Vi aspettiamo sabato 22 febbraio in piazza".

    di REDAZIONE

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...