spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 26 Novembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Impruneta, auto parcheggiate su banchine Tpl. Il sindaco rende nota la protesta di un ragazzo ipovedente

    "Alla fermata dei Bottai le auto impediscono agli autisti di vedere il bastone di segnalazione, e rimango spesso a piedi"

    IMPRUNETA – “Ho chiesto di poter rendere pubblica la richiesta per far capire a molti che a volte un gesto abituale, come quello di lasciare le macchine sulle banchine/fermate del trasporto pubblico locale, può creare gravi disagi a chi ha delle disabilità”.

    Lo dice il sindaco di Impruneta, Alessio Calamandrei, che rende noto quanto gli ha scritto un ragazzo con seri problemi alla vista.

    “Buongiorno – scrive – sono un ragazzo ipovedente grave che viaggia con i mezzi pubblici sia extra che urbani. Ogni giorno riscontro seri problemi alla fermata dell’autobus di Bottai”.

    Problemi, spiega, causati “dalle macchine che sostano davanti al bar. Le auto che si parcheggiano davanti alla fermata impediscono gli autisti a vedere il bastone di segnalazione, lasciandomi frequentemente a piedi”.

    “Chiedo di fare qualcosa – conclude rivolto al primo cittadino – Aspetto vostra risposta. Cordiali saluti”.

    “Come amministrazione – promette Calamandrei – cercheremo di intervenire più frequentemente sulle auto lasciate in tali spazi”.

    “Molte fermate sono lungo strada – aggiunge – ma altre (Bottai direzione Firenze, piazza Buondelmonti direzione via Mazzini, piazza Don Chellini direzione sia Firenze che Impruneta, giusto per citare le principali) hanno il proprio spazio di fermata che spesso è occupato da autovetture”.

    “Ebbene – prosegue – oltre a creare il problema sopra descritto, ricordo che il parcheggio su spazi delimitati per la fermata del bus, comporta una sanzione di 87 euro e la decurtazione di 2 punti dalla patente”.

    “Forse questa richiesta non porterà ad un risultato sperato – conclude – ma l’invito pertanto è a non utilizzare tali spazi dedicati alla sosta del trasporto pubblico. E a tenere un comportamento corretto nel rispetto delle persone fragili”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...









    I Cammini dell'Acqua