spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 20 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Circonvallazione di Impruneta, i lavori riprenderanno a febbraio

    Il consigliere Roberto Viti: "Ipotizzabile che la prossima estate la nuova viabilità sia completata"

    IMPRUNETA – I primi giorni di febbraio dovrebbero i lavori alla Circonvallazione di Impruneta che si sono interrotti in occasione delle recenti festività.

     

    Il consigliere comunale Roberto Viti (Obbiettivo Comune) fa il punto sullo stato dei lavori e sui prossimi "step": "La ditta Ocima si sta attrezzando per portare sul cantiere le trivelle e quanto necessario per costruire i pali. Verrà demolito una parte del muro di sostegno del giardino della abitazione in via Fabbiolle, dove appunto passerà la nuova viabilità che é bene ricordare attraverserà questa via a raso". 

     

    "In corrispondenza dell'intersezione con la Circonvallazione – prosegue Viti – via di Fabbiolle sarà realizzata in piano (per una decina di  metri) mentre si dovranno rimodellarne le pendenze prima e dopo l'incrocio. La pendenza invece della Circonvallazione, come prevede il progetto non supererà il 10% (se non per brevi tratti). A breve verrà iniziato anche lo svincolo con l'intersezione di via Vittorio Veneto: anche questo realizzato a raso senza rotatorie ma con aiole spartitraffico".  

     

    "Se si considera che già il 4 giugno la ditta Ocima aveva aperto il cantiere, si può ipotizzare che la prossima estate questa nuova viabilità sia completata. E' confortante infatti che già ad oggi sia stato realizzato più del 50% dell' opera" commenta il consigliere Viti.  

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...