spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 5 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    “Nuove frontiere: accoglienza tra diritto e integrazione”, un forum a Impruneta

    Appuntamento sabato 23 febbraio alla Casa del Popolo per spiega perché si chiede di sospendere effetti del decreto sicurezza

    IMPRUNETA – Sabato 23 febbraio alle ore 17, presso la Casa del Popolo Impruneta, si terrà il forum pubblico sul ‘decreto sicurezza’, introdotto dall'assessore comunale Laura Cioni e moderato da Daniele Bianchini.

     

    A intervenire saranno Vittorio Bugli,  assessore della Regione Toscana, Fabio Bracci, sociologo, Luigi Tessitore, avvocato ASGI, Simone Ferretti di Arci Toscana, Andrea Bigalli di Libera e Alessandro Mara, coordinatore Caritas Firenze Centri Accoglienza.

    Nella riunione del 31 gennaio, il Consiglio comunale di Impruneta ha approvato una mozione che ha per tema l'impatto sui territori del decreto legge 4 ottobre 2018 n. 113, in materia di immigrazione e sicurezza, e in cui si impegna a chiedere al Ministro degli Interni di sospendere gli effetti dell'applicazione del decreto e di aprire un confronto oltre a valutare le ripercussioni della disposizione in termini economici, sociali e per la sicurezza dei territori.

     

    L'amministrazione comunale ha inoltre promosso, all'interno della Conferenza dei Sindaci sud-est fiorentina, l'adesione al ricorso alla Consulta presentato da Regione Toscana.

    L'assessore Cioni, con incarico anche all'immigrazione, integrazione delle differenze e polizia municipale, dichiara in proposito: “Ho sempre avuto la convinzione che spesso le situazioni e gli eventi sono percepiti da tutti con una soggettività che va oltre la realtà. Sono più che mai fautrice della ricerca alla verità, anche se può essere scomoda, verità sempre e comunque".

     

    Continua l'assessore: "Anche il tema 'immigrazione' non è scevro da tale scollamento tra percezione personale e reale verità. Fin dall'inizio del mio incarico, infatti, mi sono voluta approcciare a questo tema cercando la verità delle cose e mi sono accorta che tante questioni sono 'non conosciute'. Molte informazioni e risvolti della questione sono alquanto nebulose e sconosciute".

     

    "E' dunque molto importante colmare queste lacune – conclude Cioni – e per farlo c'è la possibilità di partecipare al forum 'Nuove frontiere: accoglienza tra diritto e integrazione' per accostarsi con verità ad ogni aspetto. Ci saranno interventi di persone alquanto autorevoli, ognuna che nel proprio specifico ruolo sapranno offrire spunti di riflessione ed approfondimento. Invito tutti i cittadini a cogliere questa opportunità per fare un po' di chiarezza.”

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua