spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 14 Aprile 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Impruneta, sabato 18 marzo convegno sulla tutela e la gestione dei boschi in Toscana: organizzato da Legambiente

    "Le pratiche di gestione e taglio boschivo - spiegano gli organizzatori - stanno destando negli ultimi anni non poche preoccupazioni tra i cittadini"

    IMPRUNETA – Legambiente Toscana, in collaborazione con il circolo di Legambiente Chianti fiorentino, ha organizzato un convegno regionale sulla tutela e la gestione dei boschi in Toscana.

    Che si terrà alla casa del popolo di Impruneta sabato 18 marzo, dalle 15 alle 19.

    “Le pratiche di gestione e taglio boschivo – spiegano gli organizzatori – stanno destando negli ultimi anni non poche preoccupazioni tra i cittadini”.

    “Che più volte – rimarcano – hanno segnalato al corpo forestale dei carabinieri situazioni di tagli apparentemente eccessivi nei nostri boschi”.

    “La pratica del taglio – sottolineano –  ha avuto infatti in questi anni un significativo incremento legato anche all’aumento dei prezzi dei combustibili”.

    Legambiente Toscana a e Legambiente Chianti fiorentino hanno quindi organizzato un convegno, “in cui i numerosi relatori consentiranno di approfondire gli aspetti ambientali, tecnici e regolamentari della tutela e della gestione forestale”.

    Per partecipare al convegno si chiede di segnalare la propria presenza a info@legambientetoscana.it o a legambientechiantifiorentino@gmail.com.

    Al termine del convegno, previsto per le ore 19, i volontari del circolo offriranno un aperitivo.

    locandina convegno boschi toscana marzo 2023

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...