spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 8 Dicembre 2021
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Impruneta, “Sonosempreio. I Giovani LGBT si raccontano”, importante incontro online

    Anche attraverso le testimonianze di alcuni giovani LGBT+ si affronterà una tematica importante per gli adolescenti, le famiglie, gli insegnanti e tutta la comunità

    IMPRUNETA – Lunedì 11 ottobre, giornata internazionale del Coming Out – quando una
    persona LGBT* esce (dall’armadio) e si dichiara agli altri sul suo orientamento sessuale o identità di genere.

    “I Giovani LGBT si raccontano”, un incontro online, il prossimo lunedì alle 17.30 con Alessandra Bialetti, autrice del volume “L’ospite inatteso. L’omosessualità in famiglia”.

    Anche attraverso le testimonianze di alcuni giovani LGBT+ si affronterà una tematica importante per gli adolescenti, le famiglie, gli insegnanti e tutta la comunità.

    Alessandra Bialetti è psicoterapeuta, pedagogista sociale e consulente della coppia e della famiglia.

    Chiunque volesse porre domande alla relatrice o raccontare il suo coming-out, può scrivere a
    sonosempreio@gionata.com.

    La diretta dell’incontro sarà sulla pagina Facebook Progetto LGBT Impruneta. dove, con l’hashtag #senosempreiostorie, sono stati raccolti video e testimonianze di giovani che raccontano il loro Coming Out.

    #sonosempreio è un progetto del Comune di Impruneta col contributo dalla Regione Toscana realizzato da La Tenda di Gionata con AGEDO Livorno Toscana – Associazione di Genitori parenti amici di persone LGBT+, GGG – Gruppo Giovani Glbti* Firenze, collettivo Orgoglio Bisessuale, Progetto Giovani Cristiani LGBT+; collettivo Slum – Sono L’Unica Mia e di 3volteGenitori – Rete dei Genitori Cattolici con figli LGBTI+.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...