spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 10 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Impruneta, Sportello Unico dell’Edilizia: dal 28 luglio in modalità digitale

    Corso (in modalità webinar) il 27 luglio per i professionisti, i tecnici che dovranno utilizzarlo: ecco come ci si può iscrivere

    IMPRUNETA – Novità per lo Sportello Unico dell’Edilizia a Impruneta: dal 28 luglio entra in funzione il nuovo portale per professionisti e cittadini. Corso il 27 luglio per i professionisti, i tecnici che dovranno utilizzarlo.

    A partire dal 28 luglio, il Comune di Impruneta si doterà di un portale per la gestione digitale del SUE – Sportello Unico dell’Edilizia del Servizio Urbanistica Edilizia SUE.

    Il SUE è il riferimento e il punto di accesso per professionisti e privati cittadini in tema di edilizia privata che riceve e gestisce tutte le domande, dichiarazioni, segnalazioni o comunicazioni su, per esempio, permessi per costruire, agibilità, ampliamenti, Scia, Cil, Cila, … .

    Con il nuovo portale dedicato, la documentazione che si doveva presentare in più copie cartacee presso gli uffici comunali, si potrà invece trasmettere online con la rilevante possibilità di poter poi monitorare costantemente l’avanzamento delle pratiche.

    Lo Sportello Unico dell’Edilizia digitale perfeziona e ottimizza il funzionamento del SUE con l’invio telematico delle pratiche legate all’edilizia residenziale in modo rapido e sicuro, come previsto dal Testo Unico dell’Edilizia, grazie anche al sistema di autenticazione di privati e professionisti.

    Dal 28 luglio, i professionisti tecnici potranno utilizzare esclusivamente il portale SUE per la presentazione di tutte le pratiche edilizie, urbanistiche, paesaggistiche, e con lo stesso canale dovranno inviare eventuali integrazioni o variazioni alle pratiche stesse.

    Non saranno più accettate pratiche edilizie presentate in maniera cartacea e nemmeno per PEC.

    Per agevolare il cambiamento di ottica e approccio a questo nuovo sistema adottato dalla Pubblica amministrazione e al fine di facilitare l’utilizzo del nuovo portale SUE, il 27 luglio alle ore 9, in modalità webinar, sarà tenuto un corso di formazione per professionisti tecnici da parte della ditta incaricata Tecnical Design.

    È possibile iscriversi, sempre in modalità online, entro il 26 luglio al link: https://register.gotowebinar.com/register/8458000217623434766, indicando i propri dati e un indirizzo e-mail a cui verrà inviata una mail di conferma contenente il link che permetterà di partecipare al Webinar.

    La partecipazione al corso è fortemente raccomandata, data la possibilità di interagire con i docenti e fare domande sui temi che verranno affrontati come per esempio le modalità di accesso e autenticazione, la gestione della scrivania virtuale, la consultazione dello stato di avanzamento, la gestione di integrazioni e pratiche, i pagamenti online, la compilazione e validazione dei dati e della modulistica, la gestione della procura speciale e sottoscrizione.

    Si fa presente, inoltre, che dall’avvio di questo nuovo modo per presentare le pratiche, i cittadini e i professionisti potranno sempre rivolgersi, in caso di dubbi o necessità, all’apposito servizio di assistenza – Help desk, i cui recapiti saranno forniti al momento dell’inizio del funzionamento del portale.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...