spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 6 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Incidente mortale in Autopalio: la vittima aveva 27 anni, viveva a Poggibonsi

    La sua auto sotto un camion prima della galleria della Vallombrosina. Poco avanti c'era stato un primo incidente

    IMPRUNETA – Incidente mortale in Autopalio nel primissimo pomeriggio di oggi, martedì 19 dicembre, poche centinaia di metri prima di entrare nella galleria della Vallombrosina, al km 54 in direzione Firenze.

     

    A rimanere uccisa una ragazza molto giovane, 27 anni, nata a Roma e residente a Poggibonsi, il cui mezzo ha impattato con un auto articolato pesante.

     

     

     

    L'impatto è avvenuto alcune centinaia di metri prima di entrare nella galleria in direzione Firenze. Il traffico è bloccato nella carreggiata nord, quella che appunto porta verso Firenze.

     

    Pare che l'incidente sia stato seguente a un altro scontro, avvenuto poco avanti. Dai primi rilievi (ma saranno le forze dell'ordine a stabilire l'esatta dinamica) pare che il mezzo pesante (trasportava ghiaia) abbia rallentato in seguito al sinistro. E l'auto della ragazza sia finita sotto.

     

    MEZZI DI SOCCORSO – Al lavoro sul luogo dell'incidente

     

    Sul posto vigili del fuoco, mezzi del 118, polizia stradale. Personale Anas ha aperto il cancello provvisorio che porta sulla via Cassia, per far defluire i mezzi rimasti incolonnati nella zona dei Falciani-cimitero degli americani.

     

    Attorno alle 16.50 le comunicazioni del personale intervenuto davano come abbastanza imminente la riapertura della carreggiata della Firenze-Siena chiusa dal primissimo pomeriggio.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...