mercoledì 5 Agosto 2020
Altre aree

    Incidente in Autopalio: muore un 49enne (di Impruneta) sulla rampa d’ingresso

    Ancora sangue sulla Firenze-Siena: coinvolti due mezzi, ancora una volta all'ingresso dal lato Firenze-Impruneta

    FIRENZE-SIENA – Incidente mortale sulla Firenze-Siena, all’ingresso del raccordo autostradale all’altezza del casello di Firenze-Impruneta, nel pomeriggio di oggi, lunedì 27 gennaio.

    Un automobilista che stava inserendosi sulla Firenze-Siena, all’altezza dello svincolo A1 di Firenze-Impruneta, è rimasto coinvolto nell’impatto mortale.

    Sul posto si sono precipitate pattuglie della Polstrada, i vigili del fuoco, i mezzi di soccorso.

    Per cause in corso di accertamento una vettura (la Fiat Panda che vedete nella foto) si è capovolta.

    E per una persona (due gli autoveicoli coinvolti, oltre all’utilitaria pare che l’altro sia un mezzo pesante), il personale sanitario del 118 ha constatato il decesso. Si tratta di un uomo di 49 anni, A.C., residente a Impruneta.

    Sul posto si è precipitata la moglie, 47 anni, che si è sentita male ed è stata soccorsa sul posto dai sanitari.

    A lungo si sono avute ripercussioni sul traffico, visto che è stato provvisoriamente chiuso il transito in direzione Siena al km 53,360, all’inizio del raccordo autostradale lato Firenze. Alle 20.20 il tratto era ancora chiuso per tutti i rilievi del caso.

    Fino a quando non sarà liberato quindi, per chi deve andare verso Siena queste le indicazioni: se arriva dal bypass procede regolarmente; se arriva dal Galluzzo, da Tavarnuzze o dall’A1, può prendere il bypass in direzione Firenze, fare la rotonda in zona “Bibe” e tornare indietro sul bypass, per poi dirigersi verso Siena.

    di REDAZIONE

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...

    Sostengono Il Gazzettino