spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 28 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    A presentarla il gruppo di opposizione Il Coraggio di Cambiare: se ne parla a settembre

    IMPRUNETA – Nonostante il caldo d'agosto, prosegue l'attività del gruppo consiliare d'opposizione Il Coraggio di Cambiare, che l'8 agosto scorso ha presentato un'interrogazione alla quale dovrà essere data risposta scritta alla ripresa delle attività consiliari prevista per settembre.

     

    Nel dettaglio, l'interrogazione ha come oggetto il dissesto del manto stradale di via Carlo Alberto Dalla Chiesa, a Tavarnuzze. "Dissesto segnalato da tempo dai residenti" viene innanzi tutto sottolineato.

     

    "La parte terminale della via – scrivono i consiglieri Riccardo Lazzerini, Francesca Socci, Sandro Bressi – non è soggetta alla pulizia mensile della spazzatrice. Inoltre la strada ha avuto da anni cedimenti strutturali sia del terreno che dei marciapiedi, con consuguenze disastrose su alcune fosse biologiche".

     

    Poi vengono evidenziati problemi susseguenti ad alcuni lavori alla rete del gas di alcuni anni fa, buche nelle quali le auto sbattono il sotto scocca; la deformazione causata dalla radici dei pini; marciapiedi "con pericolosi crateri"; parcheggio "dal civico 8 al civico 16 che non presenta più da anni le strisce bianche, con la conseguenza di un mal utilizzo".

     

    Infine, "l'illuminazione pubblica è carente e presenta problemi di sicurezza per la mancanza di alcuni pali tolti perché vecchi e mai sostituiti".

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...