spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 22 Maggio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Giovanni Poggini, presidente del Sant’Antonio: “La nostra vittoria più bella”

    "La polemica della maglietta prima del risultato? Nessun problema. Ma mi hanno dato fastidio le offese personali"

    IMPRUNETA – Dopo l'ubriacatura di un pomeriggio incredibile, di una Festa dell'Uva vinta con 580 punti e 11 primi posti sui 12 giurati: dopo un lunedì di polemiche (immancabili), in particolare sui social, dopo le "Camiciole" del lunedì sera, Giovanni Poggini, presidente del rione del Sant'Antonio, conserva ancora la gioia intatta di un qualcosa di unico e forse irripetibile.

     

    Giovanni, siamo di fronte alla vittoria più schiacciante nella storia della Festa dell'Uva?

    "Penso proprio di sì. Qualche anno fa il Pallò fece una vittoria simile, ma non in queste proporzioni. Abbiamo sfiorato il cappotto…".

     

    La giuria cosa vi ha detto dopo la votazione? Cosa li ha colpiti?

    "Tutto l'insieme dello spettacolo portato in piazza. Hanno visto la raffinatezza dei vestiti, i movimenti: in particolare però sono rimasti impressionati della coreografia con l'ottimo scenario del carro alle spalle".

     

    E' la vittoria più bella?

    "Per me personalmente sì. Anche perché stavolta siamo arrivati davvero all'ultimo tuffo nel portare la struttura in piazza. E' vero che, nonostante tutti i ritardi, negli ultimi giorni ci si fa sempre: ma qualche nottata ce la potevamo davvero risparmiare".

     

    A questo punto possiamo dire che dopo la vittoria del 2014, il secondo posto dello scorso anno, il rione è davvero rinato…

    "Devo dire di sì. Era l'obiettivo che mi ero dato, ovvero far ricrescere il rione. Ora che c'è un bel gruppo possiamo portare in piazza le idee che abbiamo. E cercare di vincere. Ci sono ancora tante cose da mettere a punto, ma c'è una risposta molto importante da parte di tutti".

     

    Dedicate questa vittoria a qualcuno in particolare?

    "Sicuramente la dedichiamo a tutti i nostri rionali che sono mancati, ma non solo a loro. Penso anche a tanti rionali "concorrenti", amici che non ci sono più. Questa vittoria è anche per tutti loro".

     

    Il lunedì sui social ha imperversato la polemica sulla maglietta lanciata prima che il sindaco comunicasse il vincitore…

    "Una polemica che lascia il tempo che trova, ogni anno qualcosa c'è qualcosa da ridire… . Non c'è problema. Quello che mi ha dato fastidio però sono state le offese personali, tanto che mi sono anche sentito di fare un appunto al presidente del rione delle Sante Marie. Che è intervenuto e lo ringrazio. Io ho fatto semplicemente vedere la maglietta che mi avevano regalato il venerdì i ragazzi con la scritta "C'è solo un presidente". Voglio ricordare alle Sante Marie che quando hanno vinto tre anni di fila, il terzo anno al sabato avevano già la maglietta con scritto… e tre. Allora devo pensare che il giorno prima sapevano già che avrebbero vinto..?".

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...