spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 23 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Un laboratorio per lo studio di reperti ceramici sul territorio di Impruneta

    Il vicesindaco: "Avviata una collaborazione con l'Università degli Studi di Firenze, Dipartimento di Archeologia"

    IMPRUNETA – "Abbiamo avviato una collaborazione con l'Università degli Studi di Firenze, Dipartimento di Archeologia, relativamente alla costituzione di un laboratorio per lo studio di reperti ceramici rinvenuti sul nostro territorio".

     

    A dirlo è il vicesindaco di Impruneta, Joele Risaliti: "Saranno quindi studiati i reperti ‪‎ceramici‬ – rilancia – ma in prospettiva non solo, di età medievale e preindustriale provenienti dal territorio sia da scavi sia da rinvenimenti anche occasionali ed evitandone così la dispersione".

     

    Il laboratorio sarà aperto ad attività organizzate per gli studenti delle scuole superiori, oltre che ad allievi e laureandi – gestiti da collaboratori (Specializzati, Dottori di Ricerca), della Cattedra.

     

    In particolare l'attività del laboratorio (che opererà in collaborazione con la Società Corale di Mutuo Soccorso di Impruneta e l'Associazione Amici dei Musei di Impruneta e San Casciano) che consisterà nella classificazione e nello studio dei manufatti ceramici.

     

    "Coltivando – conclude Risaliti – una conoscenza che rappresenta una vocazione tradizionale che ha caratterizzato il territorio dal medioevo e può quindi costruire un efficace chiave di lettura per contribuire alla sua conoscenza storica sotto una molteplicità di profili.

     

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...