spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 29 Maggio 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Lara Fabbrizzi lascia Cittadini per Impruneta ed entra ne Il Coraggio di Cambiare

    "L'esperienza con Cittadini per Impruneta non può per me continuare vista la poca attenzione dimostrata alle questioni "della sinistra" che mi sono più care"

    IMPRUNETA – A Impruneta si vota per il rinnovo dell’amministrazione comunale nel 2023. Ed iniziano i primi movimenti.

    Come quello annunciato da Lara Fabbrizzi, per alcuni mesi (nel 2018) anche candidata sindaco in pectore per la sinistra imprunetina (poi sfilatasi) che aveva “abbracciato” poi la nuova lista civica (all’opposizione) Cittadini per Impruneta.

    Con la quale, proprio alle amministrative del 2018, si era candidata come consigliere comunale.

    Oggi, gennaio 2022, saluta quell’esperienza politica, premettendo che “mi sembra opportuno, a distanza di tempo, chiarire la mia posizione all’interno dello scenario politico imprunetino”.

    “Mi ritengo pronta – annuncia – a portare il testimone de Il Coraggio di Cambiare, realtà civica di sinistra che ancora oggi può contare su compagni che non si riconoscono appieno nella politica istituzionale”.

    “L’esperienza con Cittadini per Impruneta – sottolinea – non può per me continuare vista la poca attenzione dimostrata alle questioni “della sinistra” che mi sono più care”.

    “Per poter garantire un futuro costruttivo al nostro bel paese – conclud – confermo l’appoggio alla formazione di Impruneta Comune Aperto (ovvero la maggioranza che vede Pd e Il Coraggio di Cambiare insieme, n.d.r.), ponendo però particolari attenzioni a quelle prospettive di sinistra che più stanno a cuore”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...