spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 2 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Riccardo Lazzerini (Il Coraggio di Cambiare): “Non si svilisca il voto del consiglio comunale”

    TAVARNUZZE (IMPRUNETA) – Inizia con una premessa, "per evitare fraintendimenti" sottolinea il capogruppo di opposizione in consiglio comunale per Il Coraggio di Cambiare, Riccardo Lazzerini. Ovvero che "non ho, non abbiamo, niente in contrario sull'avvio "lampo" dei lavori di riqualificazione della piazza di Tavarnuzze".

     

    Ma Lazzerini vuol sottolineare un'urgenza che, probabilmente, non viene considerata tale da maggioranza, sindaco e giunta: insomma, vuol fare un po' di pressing. Oppure, semplicemente, i tempi tecnici per la costituzione dell'Osservatorio permanente sulla piazza di Tavarnuzze sono questi: del resto è passata solo una settimana dal voto in consiglio.

     

    "Affinché il lavoro del consiglio comunale non sia svilito nella propria funzione di rappresentanza reale dei cittadini – tiene però a sottolineare Lazzerini – e in seguito all'approvazione all'unanimità del documento che sancisce la nascita di un osservatorio (composto dal sindaco, gli assessori competenti, comitati, forze politiche, associazioni e commercianti, clicca qui per leggere l'articolo), sarebbe logico ed utile che il sindaco costituisse urgentemente tale consesso".

     

    "Non possiamo sorvolare – conclude – su di una scelta politica che, attraverso il voto di tutti i consiglieri, impegna l'amministrazione comunale a dotarsi da subito di un reale strumento partecipativo".

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...