spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 28 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Lo “Scaffale Circolante” della biblioteca di Impruneta con libri in lingue straniere

    Volumi in albanese, inglese e spagnolo, per adulti e bambini, disponibili per il prestito e per la consultazione

    IMPRUNETA – In biblioteca comunale a Impruneta c’è un nuovo scaffale dedicato ai libri in lingua albanese, inglese e spagnola, per adulti e bambini, disponibile al prestito e alla consultazione.

    Si tratta dello Scaffale Circolante, un servizio di prestito di libri nelle lingue delle comunità di stranieri maggiormente presenti sul territorio, per promuovere la lettura da parte dei cittadini immigrati e l’accesso ai servizi bibliotecari.

    I volumi sono stati inviati dal Polo Interculturale di Prato, che fa capo alla biblioteca Lazzerini di Prato, e rimarranno disponibili gratuitamente a Impruneta fino a dicembre 2022.

    “Lo Scaffale Circolante – dice l’assessore Sabrina Merenda – permette di far circolare la Cultura ovunque, nell’ottica della massima inclusione, con l’obiettivo di allargarsi sempre più”.

    “Offre libri per grandi e bambini – conclude – basandosi sul sistema di scambio, fra persone, biblioteche e Poli. Ringraziamo il Polo interculturale di Prato.”

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...