domenica 29 Novembre 2020
Altre aree

    Lotta contro rifiuti e spreco acqua: 90 borracce di Publiacqua nelle classi prime di Impruneta

    L'emergenza sanitaria in corso non ferma il progetto “L'acqua del Sindaco arriva nelle scuole”. In corso la distribuzione ai bambini da parte di Publiacqua

    IMPRUNETA – L’emergenza sanitaria in corso non ferma il progetto “L’acqua del Sindaco arriva nelle scuole”.

    In corso la consegna delle borracce alle scuole di Impruneta, per i bambini di prima elementare, come negli altri comuni dove Publiacqua gestisce il servizio idrico integrato.

    L’anno passato il Comune, rappresentato dall’assessore alla pubblica istruzione Sabrina Merenda, e Publiacqua avevano consegnato le borracce in presenza nelle classi.

    Quest’anno, per i noti motivi sanitari, non potrà avvenire e la distribuzione di persona: le borracce verranno consegnate alle scuole, poi la scuola organizzerà in autonomia la distribuzione agli alunni delle classi prime.

    “Anche ringraziamo Publiacqua per questo dono ai bambini delle Prime Elementari del nostro Comune – dice l’assessore all’istruzione Sabrina Merenda – anche loro cominceranno ad occuparsi con cura della loro borraccia ecologica, imparando a custodirla, a non scambiarla con altri per motivi di igiene ora prioritari, pulendola e asciugandola ogni sera per il mattino, senza introdurre liquidi diversi dall’acqua. Seguirete sempre i consigli delle vostre care maestre e della piccola guida con cui le borracce arriveranno”.

    I NUMERI DEL PROGETTO

    Per l’anno scolastico in corso Publiacqua distribuirà all’Impruneta 90 nuove borracce dotate del tappo tradizionale ma anche di un tappo antigoccia. 

    Queste vanno ad aggiungersi alle borracce donate l’anno passato (105 all’Impruneta e complessivamente oltre 13.000 ai nuovi studenti di prima elementare del territorio dei 45 comuni dove Publiacqua gestisce il servizio idrico integrato) come prezioso supporto agli studenti, alle famiglie ed alle scuole stesse in un 2020 complicatissimo. 

    “Cari bambini – dice ancora l’assessore Merenda – questa risulta un’impresa di forte sensibilizzazione ambientale, con lo scopo di raggiungere la dimensione auspicata di un mondo “plastic free”, nel rispetto del nostro pianeta”.

    “Siete oggi – aggiunge – le nostre bellissime matricole, appena entrate nel mondo dell’Istruzione, promotori di un cambiamento civico che potete portare avanti con la crescita vostra. Se avessi potuto entrare nelle vostre classi vi avrei guardato negli occhi, dicendovi che siete il nostro orgoglio”.

    “Abbiate cura di tutto ciò che imparate – conclude – di coloro che con amore lo insegnano, e custodite i vostri sogni, la vostra educazione, le vostre azioni. Con immenso affetto anche alle vostre famiglie”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...