martedì 11 Agosto 2020
Altre aree

    Matteo Zoppini (Centrodestra): “Una pensilina davanti all’ufficio postale di Impruneta”

    Maggiori code a causa del Covid-19: "Le temperature sono sempre più in aumento e l'attesa prolungata al sole, maggiormente per persone anziane, potrebbe essere rischiosa"

    IMPRUNETA – “Abbiamo ricevuto diverse segnalazioni, particolarmente in questi ultimi giorni, da parte di cittadini che recandosi alla filiale delle Poste ad Impruneta hanno dovuto attendere diverso tempo in coda fuori ed ovviamente al sole”.

    A dirlo è dichiara Matteo Zoppini, consigliere comunale di Centrodestra per Impruneta.

    Che spinge perché siano trovate soluzioni in questa fase in cui le code si formano in maniera maggiore, viste le regole di accesso dovute al Covid-19.

    “Le temperature sono sempre più in aumento – rimarca – e l’attesa prolungata al sole, maggiormente per persone anziane, potrebbe essere rischiosa”.

    “Formalizzerò quindi una mozione in consiglio comunale – annuncia – per chiedere che sia l’amministrazione ad installare una tettoia a protezione oppure concedere l’utilizzo del suolo pubblico a Poste Italiane per posizionare un gazebo od altri strumenti idonei”.

    “E’ un problema reale – incalza – ed è necessario intervenire rapidamente e senza indugi. Il problema è generale e di tanti altri Comuni, alcuni sono intervenuti con delle situazioni temporanee altri con soluzioni definitive”.

    “Speriamo per una volta di poter rappresentare un modello da seguire anche nella provincia” conclude Zoppini.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...

    Sostengono Il Gazzettino