spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 2 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Inaugurazione sabato 5 ottobre alle 17.30: presentazione della professoressa Salsi

    IMPRUNETA – Durante le manifestazioni dell’antica Fiera di San Luca, patrono di Impruneta e degli artisti, l’associazione Art-Art propone, dal 5 al 20 ottobre, la 40° mostra collettiva a cui partecipano artisti con opere di fotografia, pittura, scultura e altro. Inaugurazione, sabato 5 ottobre ore 17, con  la presentazione della professoressa Sonia Salsi (Galleria IAC, via della Croce 41).

     

    Espongono: Maria Grazia Bartali, Giampaolo Beltrame, Antonio Bernardini, Maurizio Biagi, Giuseppe Cassandro, Marino Cassandro, Bruno Chiarini, Giacomo Cintelli, Marina Corbinelli, Mimmo Corrado, Denise Dagnelies, Mariella De Fazio, Simone Del Carmine, Nicole Guillon, Vincenzo Ianniciello, Angiolo Lombardini, Luciano Lotti, Aldo Meschini, Manuela Morandini, Lorena Nocentini, Rossano Noferi, Bianca Pagliai, Tommaso Paone, Lorella Pubblici, Ilaria Romanelli, Carmelina Rotundo, Agata Floriana Vindigni.  

     


    "Presentare ciascuna delle ventisette personalità artistiche – spiega Salsi – che espongono opere di pittura, fotografia, scultura, allestimenti, installazioni e creazioni poetiche in questa quarantesima Mostra Collettiva di San Luca sarebbe un compito arduo: l'alta qualità di ciascuno e il numero complessivo di artisti non lo consentono. Ma, per paradosso, è proprio la dimensione  “collettiva” a mettere in risalto ciascuno degli artisti e delle artiste,  uniti e partecipi – pur nella diversità degli stili e delle tecniche –  in un progetto condiviso, tanto più significativo, in questo anno 2013, per aver raggiunto la Quarantesima Edizione, cui partecipano soci e invitati".

     

    "La continuità nel tempo – prosegue – conferma il valore culturale  di questa Iniziativa, le dà sempre maggiore autorevolezza, costituisce un punto fermo, un riferimento tanto più significativo rispetto ai tanti  premi,  concorsi,  rassegne,  “eventi” che brillano di fuggevole splendore, triturati da una spettacolare  e onnivora pseudocultura".

     

    "E il riferimento al Santo Patrono dell'Impruneta – dice ancora la professoressa – corona questa continuità con la continuità di una Fiera che ha varcato i secoli,  testimone e frutto di valori antropologici che sono l'humus stesso di qualunque Gruppo Sociale".    

     

    "Nell'intrecciarsi di aspetti economici, sociali, religiosi, artistici, relazionali si connota la comunità – conclude – dal mercato del bestiame che percorreva i sentieri della transumanza, dal sentire religioso che componeva,  quasi  per gli stessi sentieri, il percorso delle processioni al Santuario che fu meta anche delle donne di “Casa Medici”: fili che hanno tessuto la loro trama nel tempo, in una consapevolezza di  identità, in una condivisione di  valori che sono patrimonio comune dell' Impruneta dei nostri giorni, testimoniato anche dai nostri artisti di questa Collettiva".

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...