spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 6 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Nasce il Meet Up del M5S a Tavarnuzze: coordinatore Gerardo Patruno

    "Per far cambiare direzione al paese e lavorare per il territorio". Lavora già con il consigliere Bianchi

    TAVARNUZZE (IMPRUNETA) – È nato a Tavarnuzze con il nome "Meetup Impruneta – Tavarnuzze" un gruppo che ha l'obiettivo dichiarato "di far cambiare direzione al paese e lavorare per tutto il territorio con ascolto e proposte".

     

    A Impruneta il MoVimento 5 Stelle ha vissuto ormai da tempo una spaccatura fra il Meetup "originario" e il suo rappresentante in consiglio comunale, Francesco Bianchi (in foto). Che sta lavorando già a contatto con il nenato Meetup.

     

    Insomma, in vista delle elezioni amministrative della prossima primavera anche il M5S ha iniziato i suoi movimenti. Sarà interessante vedere se e come si muoveranno quelli che in passato hanno rotto con lo stesso Bianchi.
     

    "Abbiamo bisogno di persone che abbiano a cuore tutta l'area – dicono dal nuovo Meetup – incrementando partecipazione e azioni per mettere in campo idee e soluzioni con impegno e fatti".
     

    Gli organizzatori sono Maurizio Mordini e Gerardo Patruno, che ne è il coordinatore. Residente a Tavarnuzze dal 2009 è operatore socio sanitario presso una clinica privata della zona.

    "Un lavoro – dicono dal neonato Meetup – gli permette anche di ascoltare tutte le problematiche e i disagi che i cittadini affrontano quotidianamente (dalla sicurezza ai trasporti, dallo sviluppo all ambiente, alle tematiche sociali come lavoro e scuola. Dall'ascolto nascono le idee e le soluzioni da condividere con il gruppo".
     

    Patruno, sottolineano, "ha già sottoposto al consigliere comunale Francesco Bianchi alcuni temi. Sulla sicurezza le proposte hanno avuto subito una risposta in merito: la presentazione di una mozione, approvata all'unanimità dal consiglio in merito al rafforzamento della polizia municipale mediante ipotesi e studio della gestione associata con il corpo di polizia municipale di Bagno a Ripoli".

     

    "La sinergia – si rimarca – potrebbe portare ad una maggiore sorveglianza e sicurezza del territorio che associata ad altre soluzioni (webcam) darebbero al cittadino un maggior sicurezza che questa amministrazione non è riuscita ancora a garantire".

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...