spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 7 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Agricoltura: ai Bottai la nuova sede della Cia per 900 imprese della provincia

    Verrà inaugurata sabato 26 novembre alle 10.30 alla presenza del presidente nazionale Scanavino

    BOTTAI (IMPRUNETA) – Sabato 26 novembre alle 10.30 ai Bottai, in via di Colleramole 11 (area artigianale… di là dalla Greve), la Confederazione italiana agricoltori (Cia) inaugurerà la propria sede per i servizi alle imprese, riferimento per oltre 900 aziende del Chianti, Chianti Classico e dell’Area Metropolitana di Firenze.

     

    Saranno presenti molti amministratori locali: il sindaco di Impruneta Alessio Calamandrei, l’assessore regionale all’agricoltura Marco Remaschi, il presidente del consiglio regionale della Toscana Eugenio Giani.

     

    "Un’occasione così importante per il suo valore politico e associativo – dicono dalla Cia – vedrà la presenza presso la nuova sede del presidente nazionale della Confederazione Italiana Agricoltori Dino Scanavino, assieme al presidente regionale Luca Brunelli ed al direttore regionale Giordano Pascucci".

     

    Il presidente dell’Area Metropolitana, Filippo Legnaioli, nell’invitare tutti i soci a essere presenti, ricorda che "questa inaugurazione e quindi la scelta di avere una nuova sede dedicata ai servizi alle imprese, rimanda a una strategia di grande valore e che vuol guardare al futuro".

     

    "In un momento – rimarca – che ormai viviamo da tempo, di continue difficoltà: si veda la situazione ungulati, cereali, una stagione olivicola con diminuite produzioni, vogliamo dire ai nostri soci che la Cia è in campo con le proprie iniziative. Bisogna creare accordi sinergici ben codificati tra l'agricoltura, l'artigianato, il commercio, la logistica e gli enti locali, per costruire un percorso virtuoso intorno alle produzioni agroalimentari. Una sorta di patto per dare vita a "Reti d'impresa territoriali", per cui occorrono sedi e professionalità all’altezza dei tempi”.

     

    Sulla stessa linea il direttore dell’Area Metropolitana Sandro Piccini: “Con questa scelta raccogliamo la sfida a non rincorrere il nuovo ma ad esserlo, per rispondere ad esigenze sempre maggiori e continue delle aziende associate. Un esempio: i nuovi uffici saranno sempre a disposizione dei soci dal lunedì al venerdì in locali facilmente accessibili e con una continua crescita professionale”.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...