spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 6 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Mattinata intensa a Impruneta, fra sindaci e onorevoli in visita ai candidati

    Mattinata da tutto esaurito quella di sabato 18 maggio in piazza Buondelmonti, a Impruneta: dove i cinque gazebo dei candidati a sindaco, perfettamente allineati di fronte ai Loggiati del Pellegrino, si sono riempiti di visitatori (anche prestigiosi…) a una settimana dal voto delle elezioni amministrative.

     

    E se Alessio Calamandrei, candidato del Partito democratico, ha raccolto le visite (fra gli altri) del sindaco di San Casciano Massimiliano Pescini, del segretario metropolitano Patrizio Mecacci, del sindaco e del vicesindaco di Tavarnelle (Sestilio Dirindelli e David Baroncelli), dell'assessore del Comune di Firenze Massimo Mattei, anche gli altri… non hanno scherzato.

     

    In particolare Piero Vannicelli Casoni, candidato per Obbiettivo Comune, che ha ricevuto anche la visita dell'onorevole Altero Matteoli. Un onorevole anche per la candidata di Fratelli d'Italia, Maria Teresa Lombardini, sostenuta da Achille Totaro.

     

    Tantissimi infine coloro che si sono fermati anche davanti ai gazebo di Il Coraggio di Cambiare (candidato Riccardo Lazzerini) e MoVimento 5 Stelle (candidato Francesco Bianchi).

     

    Adesso comunque si riparte per lo sprint finale: con tanto di ennesimo confronto Pubblico dei cinque candidati (organizzato dal Comitato dei Genitori "Primo Levi" di Impruneta), martedì 21 maggio alle 21.15 presso l'aula polivalente del plesso scolastico Domenico Ghirlandaio di Tavarnuzze. Coordina il direttore del Gazzettino del Chianti Matteo Pucci.

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua