spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 26 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    “Piovono” pezzi di cemento sulla testa di chi visita i propri cari al cimitero del Picchirillo

    Segnalazione di un nostro lettore: "Distacchi dalle tettoie. La ritengo una situazione vergognosa che, a livello di manutenzione, parla da sola"

    IMPRUNETA – Che le condizioni del cimitero del Picchirillo, a Impruneta, siano poco decorose, per chi riposa lì in eterno e per chi in visita, lo si sa da tempo.

    Ma in attesa di soluzioni da parte dell’amministrazione comunale imprunetina (attese da anni) si rischia anche di sentirsi cadere in testa qualcosa di… poco piacevole.

    “Vorrei condividere con voi – ci dice David, un nostro lettore – alcune foto che ho scattato questo pomeriggio (ieri, sabato 14 agosto, n.d.r.) al cimitero comunale di Picchirillo, ad Impruneta”.

    “Come potete osservare – spiega – delle parti in cemento si sono staccate dalla tettoia e sono cadute a terra”.

    “Osservando lo stato di manutenzione della suddetta tettoia – aggiunge – (fila A10s), ho rilevato altri distacchi con parti di cemento a terra poco più avanti”.

    “La ritengo una situazione vergognosa – conclude – che, a livello di manutenzione, parla da sola”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...