spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 27 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Con le “pizze rionali” raccolti 262 euro. Che la pizzeria ha deciso di raddoppiare

    IMPRUNETA – Si poteva scegliere fra quattro pizze, ciascuna delle quali dedicata a uno dei quattro rioni dell'Impruneta: fino al giorno della sfilata della Festa dell'Uva (poi purtroppo salatata) la Pizzeria Nyx di Impruneta ha deciso di destinare 50 centesimi a pizza alla Fondazione Meyer di Firenze.

     

    C'era la pizza Sante Marie (pomodoro, mozzarella, salsiccia e salamino piccante); la pizza Fornaci (mozzarella, prosciutto crudo e pomodoro fresco); la pizza Sant'Antonio (mozzarella, speck e mascarpone); la pizza Pallò (pomodoro, mozzarella, 'nduja, funghi, rucola).

     

    Costavano tutte 8 euro l'una e, come detto, 50 centesimi di euro a pizza venivano devolute dalla Pizzeria Nyx, che ha organizzato l'iniziativa assieme ai quattro rioni, alla Fondazione Meyer.

     

    E il risultato finale dice che in questo caso ha "vinto" il rione del Sant'Antonio, con 145 pizze mangiate (in foto sopra il tabellone a quattro giorni dalla fine della "gara") su un totale di oltre 500 pizze: sono quindi 262 gli euro che verranno devoluti alla Fondazione Meyer, che però aumenteranno ancor di più.

     

    La Pizzeria Nyx ha infatti deciso di raddoppiare la cifra mettendo soldi di tasca propria: l'iniziativa porterà quindi ben 550 euro alla Fondazione Meyer. Applausi per tutti!

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...