spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 2 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Giovanni Poggini: “Nessuna offesa alle Sante Marie, le mie erano solo parole di goliardia”

    Il presidente del Sant'Antonio cerca di chiudere la polemica nata dopo la vittoria nella 90esima Festa dell'Uva

    IMPRUNETA – Vuole chiudere qui la polemica innescata nel post Festa dell'Uva dopo l'ormai "famosa" maglietta mostrata in terrazza prima della proclamazione del rione vincitore.

     

    Giovanni Poggini, presidente del rione Sant'Antonio, è stato protagonista prima di qualche brutta offesa ricevuta sui social da parte di rionali delle Sante Marie. Tutto era rientrato grazie all'intervento del presidente mariano Nicola Subbi.

     

    Poi però, in una intervista al Gazzettino del Chianti, Poggini aveva ricordato un episodio di alcuni anni fa, "quando le Sante Marie avevano già pronte le magliette con il tre il sabato. Sapevano già che avrebbero vinto?".

     

    Apriti cielo. Arrabbiatura dei rionali mariani con annessa richiesta di scuse da parte del presidente Subbi. Telefonata (mercoledì sera) fra i due presidenti ed ecco i chiarimenti di Poggini.

     

    "Il discorso sulle magliette non voleva certo essere un'offesa al rione delle Sante Marie – dice Poggini – Non ho niente contro di loro, ci mancherebbe, tanto che ho ringraziato quando sono intervenuti per far cessare quelle offese che erano oggettivamente eccessive".

     

    "La mia – tiene a precisare il presidente del Sant'Antonio – era una semplice risposta goliardica, nel puro spirito della Festa dell'Uva. Posso anche capire che a qualcuno possa essere arrivata come un'uscita infelic, ma a caldo a volte qualche battuta viene fuori".

     

    "Lo ripeto – conclude Poggini – non c'era assolutamente niente contro il rione, nessuna accusa né insinuazione. Non ce ne sarebbe stato davvero nessun motivo".

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...