spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 2 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Centro del paese senza attrattiva: a Impruneta la discussione si fa rovente

    IMPRUNETA – La tensione scorreva da settimane sotto traccia, venendo talvolta alla luce ma erodendo il terreno come… un ruscello di montagna.

     

    E' esplosa domenica pomeriggio, prendendo spunto dalla foto (la vedete sopra) postata su Ffacebook dal capogruppo in consiglio comunale per Il Coraggio di Cambiare Riccardo Lazzerini.

     

    "Strada chiusa e… mercatino di Natale in via Paolieri… boh!?": questo il lapidario commento sulla base del quale poi si è sviluppato un acceso dibattito. Al quale hanno partecipato tanti cittadini "normali" e anche alcuni commercianti del paese.

     

    Mancanza di organizzazione, di unità d'intenti, di rapporto e confronto con l'amministrazione comunale; raffronti impietosi con quel che accade nei paesi limitrofi.

     

    Vengono tirati in causa l'assessore alle attività produttive Joele Risaliti, il sindaco Alessio Calamandrei: per molti questo è il muro su cui si è andati a sbattare senza sorprese, dopo che si è toccata con mano nelle scorse settimane l'impossibilità di fare gruppo e organizzare qualcosa di vivo e vivace per il paese.

     

    E forse, in qualcun altro, inizia a serpeggiare anche un po' di fastidio per quel che sta accadendo invece a Tavarnuzze, dove si è inziato (dopo tanto temppo) a lavorare un po' più in squadra E qualche risultato… sta arrivando.

     

    Ovviamente ognuno ha la sua sensazione e tira le sue conclusioni. Il dibattito è aperto.

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...