spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 26 Febbraio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Grande festa al palazzetto, ma ancora una volta sottolineato l’attrito con i nuovi gestori

    IMPRUNETA – Domenica 26 ottobre al palazzetto comunale di Impruneta grande festa della Pallavolo imprunetina in occasione della presentazione delle squadre che parteciperanno ai campionati Fipav per l'anno sportivo 2014-15.

     

    Un evento  normalmente  svolto nella seconda  metà di settembre e che quest'anno per motivi organizzativi interni arriva in coda alle classiche manifestazioni che caratterizzano il panorama pre-autunnale imprunetino.

     

    In una struttura gremita come non mai, dopo una bella partita amichevole tra la Seconda Divisione dell'Impruneta e una fortissima Under 16 del Galluzzo, sono sfilate tutte le ragazze componenti le squadre, chiamate nome  per nome, dalle più piccole del minivolley alle più grandi della prima squadra di serie C.

     

    Compresa la squadra dei Senior, cioè la squadra  amatoriale composta essenzialmente da genitori delle atlete che anche quest'anno ha riscosso un notevole successo di adesioni.

     

    Con un totale di nove squadre, questa stagione sportiva ha visto battere tutti i record delle precedenti edizioni, superando agevolmente quota 130 di iscrizioni all'associazione.

     

    Durante la manifestazione è' stato fatto un bilancio della passata stagione sportiva: "Un bilancio molto positivo – dicono dalla Pallavolo Impruneta – che va dal successo dei corsi di avviamento al volley, effettuati nelle scuole elementari di Strada in Chianti e Impruneta, all'esordio di una nuova squadra di minivolley a Tavarnuzze. Una visibilità in termini di immagine impensabile fino ad ora".

     

    Sottolineate le buone prestazioni delle squadre, in particolare la  serie C e la seconda divisone, ambedue ai play off.

     

    Un caloroso applauso si è levato dal numeroso pubblico presente sulle gradinate ai ringraziamenti per la  squadra protagonista (non presente) degli ultimi quattro campionati di serie C, che tanto lustro ha dato alla Pallavolo Impruneta.

     

    "Per quanto riguarda la nuova squadra invece – ricordano – è stata illustrata la collaborazione con la Pallavolo Galluzzo con un breve intervento dell'allenatore Santi Francalanza e del direttore tecnico Paola Casprini, ideatori del progetto".

     

    Un progetto di ampio respiro, ambizioso, ancora a livello embrionale, ma sicuramente interessante sia per la novità che per le prospettive della pallavolo in ambito provinciale.

     

    Sono state però anche messe in evidenza le ormai note "problematiche – dicono dalla Pallavolo Impruneta – relative alla nuova gestione Aics".

     

    Che si lamenta per "la custodia degli impianti" e per gli spazi a disposizione "diminuiti – dicono – di oltre il 20 per cento rispetto agli anni precedenti, oppure proposti ad orari impensabili per delle ragazze che la mattina successiva devono alzarsi  presto per andare a scuola".

     

    "Inoltre – dicono ancora – l'inserimento nel palazzetto comunale di attività sportive non presenti prima sul territorio, spostate da altri impianti extra comunali, ben più costosi per l'Aics (Strada)  e fino a qualche giorno prima prive di un numero significativo di iscritti, sta creando  un crescente malumore tra squadre costrette ad allenamenti sempre più risicati e affollati".

     

    "L'utilizzo poi di strutture come il palazzetto comunale – rincarano – al limite di saturazione, anziché di altre, sovradimensionato rispetto a discipline sportive individuali a discapito di quelle di gruppo, rende incomprensibile l'operato del gestore nella suddivisione degli spazi palestra".

     

    "Ultimo in ordine di tempo ma non meno importante – tengono di nuovo a ribadire – l'indegno "sfratto" della sede operativa dal palazzetto di via della Robbia. Un sonoro schiaffo a tutta la comunità sportiva dell'Impruneta presente in quel locale sin dalla fine degli anni '70, come testimoniano le numerosissime coppe e trofei, fotografie e gagliardetti, adesso stipati in tristi scatole di cartone in attesa di una decorosa collocazione e attualmente ospitate presso garage e scantinati di alcuni appassionati".

     

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...