spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 5 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Provvedimenti di viabilità in Impruneta: divieto di transito in via Cappello e i dettagli dei cantieri

    In prossimità dei cantieri per la riasfaltatura è prevista l'istituzione del divieto di sosta, limite di velocità a 10 Km/h, oltre al senso unico alternato e divieti

    IMPRUNETA – Fino al 31 luglio TIM spa effettuerà interventi di asfaltatura in diverse vie comunali.

    In prossimità dei cantieri è prevista l’istituzione del divieto di sosta e limite di velocità a 10 Km/h, oltre al senso unico alternato a tutti i veicoli con movieri o impianto semaforico.

    Dal giorno 22 luglio 2021 in via Aldo Moro, all’altezza dell’ intersezione con la S.P. 69, in via Quintole per le Rose, all’altezza civico n. 44 e del civico n. 58, oltre che all’altezza dell’intersezione con via Gaddi.

    Dal giorno 23 luglio, le modifiche alla viabilità riguarderanno anche via Imprunetana per Tavarnuzze compreso tra il Km 0+700 ed il numero civico 211.

    Dal 24 luglio fino al giorno 30 è previsto il divieto di transito a tutti i veicoli tra il civico 12 ed il civico 44 di via di Cappello.

    Sempre dal giorno 24 luglio e fino al 26 settembre 2021, è vietata la sosta, anche avvalendosi della rimozione forzata, a tutti i veicoli in corrispondenza della parte terminale del parcheggio di Piazza Accursio da Bagnolo, in un tratto appositamente delimitato, per le attività collegate allo spostamento della sede del Rione delle Sante Marie.

    Infine, i lavori in corso in via di Fabbiolle, di fronte al civico 56, sono prorogati fino al 23 giugno con conseguente conferma dei divieti di sosta e del senso unico alternato con limite di velocità a 30 Km/h in prossimità del cantiere.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...