spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 26 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Il presidente dell’Ente: “Nessuna autorizzazione. E ricordo che abbiamo registrato il marchio”

    IMPRUNETA – L'allarme ha iniziato a girare sulla rete e viene confermato anche dal presidente dell'Ente Festa dell'Uva Luca Gasparri (nella foto): c'è chi sta "battendo" il territorio del comune chiedendo sponsorizzazioni per la realizzazione di una pubblicazione sul tema della Festa dell'Uva. O comunque sta utilizzando il "grimaldello" della Festa per raccogliere pubblicità.

     

    "Ricordo – sottolinea Gasparri – che proprio qualche giorno fa abbiamo registrato il marchio dell’Ente Festa dell’Uva è stato registrato presso l’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi".

     

    "Una registrazione – prosegue Gasparri – con la quale l'Ente Festa dell’Uva di Impruneta ha acquisito l’esclusivo potere decisionale sull’organizzazione della manifestazione e sugli eventi ad essa collegati direttamente e/o indirettamente, siano essi promossi dall’Ente stesso e/o dai quattro rioni, sia da soggetti terzi".

     

    "Non abbiamo autorizzato nessuno a raccogliere nessun tipo di pubblicità a nome della Festa dell'Uva – conclude Gasparri – Anche a noi è arrivata la segnalazione, e ricordo che la registrazione del marchio è volta alla tutela legale di una manifestazione fondamentale e nel cuore di centinaia di imprunetini".

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...