spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 21 Maggio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Peposo Day, ecco la giuria che premierà il piatto più gustoso e rispettoso della tradizione

    La gara culinaria vede impegnati i quattro rioni domenica 11 settembre. Alle 17 c'è la corsa dei carretti

    IMPRUNETA – L’appuntamento è per domenica 11 settembre in piazza Buondelmonti, all’Impruneta: qui, nell’ambito delle manifestazioni del “Settembre Imprunetino”, il percorso di avvicinamento alla grande sfilata dei carri della 90esima Festa dell’Uva (domenica 25 settembre), si svolgerà una sfida davvero sentita fra i quattro rioni.

    Sant’Antonio, Sante Marie, Fornaci e Pallò cucineranno infatti il tradizionale piatto dell’Impruneta, il Peposo all’Imprunetina, nell’ambito del “Peposo Day”, evento che ormai da anni celebra questo piatto della tradizione dei fornacini.

    Domenica 11 settembre, per tutto il giorno in piazza Buondelmonti "Mangiasano", mercatino biologico. Alle 12 "Aspettando la corsa dei carretti", con la novità della presentazione e punzonatura dei carretti in piazza Buondelmonti (carretti che rimarranno esposti fino al pomeriggio).

    Alle 17 corsa dei carretti tra i rioni del paese nella discesa di piazza Buondelmonti e via Mazzini, fino a piazza Nova. Alle 18.30 "Peposo Day", con degustazione del tipico e incasso a favore della Venerabile Confraternita della Misericordia di Impruneta (nell’area antistante i Loggiati del Palazzo Comunale). Degustazione di vini di Impruneta con la partecipazione delle aziende agricole del territorio. Alle 19.30 premiazione delle “massaie rionali” per il miglior Peposo.

    La giuria tecnica, così come per l’edizione 2015, è stata selezionata dal quotidiano online Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine, ed è composta da:
    Stefano Secci, macellaio titolare della "Macelleria Secci" di San Casciano, presidente dell'Associazione Macellai USEM
    Sandro Baldi, titolare de "Lo Scalco Catering and Banqueting", Firenze
    Alessio Calamandrei, sindaco di Impruneta
    Matteo Pucci, direttore responsabile de Il Gazzettino del Chianti e WeChianti
    Luca Cai, proprietario de l'Osteria Tripperia "Il Magazzino", a Firenze
    Luca Managlia, gastronomo, enogastronomo, autore e conduttore televisivo

    Verrà privilegiata la cottura tradizionale, quella eseguita secondo le regole redatte dal Comune di Impruneta insieme all'Accademia Italiana della Cucina, che negli anni scorsi hanno depositato presso l'Ufficio Marchi e Brevetti il "Disciplinare di preparazione del Peposo all'Imprunetina".

    Che contempla una serie di obblighi, fra cui gli ingredienti (carne di manzo allevato in Toscana, taglio muscolo o guancia; pepe in grani; aglio – opzionale -; vino Chianti; sale). Importantissimo: per la preparazione del Peposo all'Imprunetina a marchio registrato non è ammesso l’utilizzo di nessun altro ingrediente, e in particolare di pomodori, pomodori pelati o concentrato di pomodoro.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...