spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 22 Maggio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    La gioia incontenibile di Lorenzo e Deborah: Lupin ritrovato dopo 40 giorni

    Sono stati i due proprietari a trovarlo nella mattinata di sabato 13 agosto nella gabbia-trappola. Il racconto

    IMPRUNETA – La gioia di Lorenzo e Deborah è incontenibile: e con la loro quella dei tanti, tantissimi, che sono rimasti colpiti dalla loro storia. E hanno cercato di dare una mano.

     

    Nella mattinata di oggi, sabato 13 agosto, dopo 40 giorni dal suo smarrimento (scappò il 3 luglio scorso al Forte dei Marmi), hanno ritrovato il loro cagnolino Lupin (nelle foto sopra la gallery con le immagini del ritrovamento).

     

    Si chiude così una storia che aveva davvero lasciato il magone a tanti: questo cagnolino di pochi mesi smarrito a causa di uno scoppio della marmitta di una moto, spaventato si era dato alla fuga, lontanissimo da casa. Per la disperazione dei due proprietari.

     

    Che però non si danno per vinti. Cercano e cercano. Chiedono aiuto e la Versilia risponde alla grande. Non mollano neanche di un centimetro, con quell'amore che solo chi ha un legame profondo con un animale può capire fino in fondo.

     

    Tanti volontari li aiutano, tengono gli occhi aperti, fanno girare la voce. Intanto Lorenzo e Deborah creano una pagina Facebook (Lupin noi ti troviamo). E alla fine… vincono!

     

    Le segnalazioni decisive si susseguono in questi ultimi giorni: si inizia davvero ad avere la sensazione che si possa ritrovarlo.

     

    Viene piazzata una gabbia-trappola in una delle zone a maggior probabilità di avvistamenti concreti (via Nizza) e… il resto ce lo racconta "live" Lorenzo con la sua viva voce ("Debora piange da quando lo abbiamo ritrovato" dice con il sorriso nelle parole).

     

    "Stamani (sabato 13 agosto, n.d.r.) eravamo là – inizia il suo racconto – Alcuni ragazzi avevano piazzato questa gabbia trappola e siamo andati a vedere. Niente. Abbiamo lavorato un po' lì intorno, messo un lucchetto per non farcela rubare, poi siamo andati a prendere qualcosa da mangiare".

     

    Quando sono tornati, la gioia totale: "La gabbia era chiusa, dentro c'era un cane. All'inizio non ero sicuro che fosse lui, era girato… . Poi… era Lupin! Le emozioni? Impossibile descriverle".

     

    Dopo quaranta giorni di solitudine, vagando in zone mai conosciute, Lupin ha ritrovato Debora e Lorenzo: "Lì per lì ho avuto paura che non mi riconoscesse. Ho avvicinato una mano, l'ha annusata, poi l'ha leccata ed ha iniziato a scodinzolare".

     

    Missione compiuta quindi. Una storia a lieto fine grazie soprattutto alla tenacia di Debora e Lorenzo, che non si sono mai, mai arresi.

     

    "Lupin sta bene – conclude Lorenzo – stiamo partendo per tornare all'Impruneta. E' dimagrito ma per il resto sembra tutto a posto: adesso lo portiamo subito dal veterinario per un controllo. Intanto dico subito grazie. Di cuore. A tutti quelli che ci hanno aiutato a riportarlo a casa".

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...