spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 4 Marzo 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Fra i “big” in concorso anche Irene Grandi e Marco Masini, ormai da anni imprunetini d’adozione

    IMPRUNETA – Lei ha scelto una bella casa in campagna nella zona di "Cappello", sulle colline lungo la via Grevigiana che scorre nel fondovalle e che dai Falciani porta al Ferrone, per poi proseguire verso Gabbiano e Greve in Chianti.

     

    Frequenta spesso l'Impruneta, partecipa anche a momenti "ufficiali": come la benedizione degli animali in piazza Buondelmonti o, nelle scorse settimane, aderendo all'iniziativa delle letture in pubblico con il Comune e la scuola di Greve in Chianti.

     

    Lui invece è più spostato verso Firenze, sulle colline attorno ai Bottai e nei pressi dell'antica Certosa che dominca il Galluzzo e l'accesso alla città dal Chianti.

     

    Stiamo parlando di Irene Grandi e Marco Masini: due "pezzi da novante" nel panorama musicale italiano.

     

    Due imprunetini di adozione che nel 2015 porteranno a loro volta un po'… d'Impruneta sul palco del Teatro Ariston: sono stati infatti selezionati fra coloro che parteciperanno alla gara nella categoria dei big.

     

    Assieme a loro Annalisa, Malika Ayane, Chiara Galiazzo, Gianluca Grignani, Nek, Nina Zilli, Dear Jack, Alex Britti, Biggio e Mandelli (I Soliti Idioti), Moreno, Bianca Atzei, Raf, Lara Fabian, Grazia Di Michele e Mauro Patinette Coruzzi, Il Volo, Anna Tatangelo, Nesli, Lorenzo Fragola.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...