spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 25 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Ai partecipanti viene offerto un voucher formativo che copre il 90% dei costi

    IMPRUNETA – Il Comune di Impruneta assieme all'Associazione Terre di Toscana e con il sostegno della Camera di Commercio Industria e Artigianato di Firenze, rivolge un bando a giovani e inoccupati residenti in Toscana, per fornire un'opportunità di formazione specialistica presso la Scuola della Ceramica di Montelupo Fiorentino.

     

    Ai partecipanti saranno offerti voucher formativi da spendere presso la Scuola della Ceramica a copertura di circa il 90% delle quote di partecipazione ai corsi selezionati, da effettuarsi nelle date e negli orari descritti nel bando (disponibile qui).

     

    Il percorso formativo offerto non riguarderà solo la tecnica, ma anche la cultura, il perché del radicamento così importante della ceramica in Toscana, la passione per la Terra, e per le Terre.

     

    Terre di Toscana si propone, quindi, in questo progetto, come un “incubatore” di nuove professionalità da avvicinare alla tradizionale lavorazione ceramica per sollecitare nuovo interesse verso la lavorazione della ceramica toscana e per offrire ai partecipanti concrete possibilità di avvicinamento al mondo del lavoro.
     

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...