spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 14 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Scuola di italiano per stranieri: a Impruneta aperte le iscrizioni al progetto Penny Wirton 

    Lezioni gratuite per stranieri migranti presso la scuola di primo grado "Domenico Ghirlandaio" di Tavarnuzze. Il Comune di Impruneta coordina Il progetto

    IMPRUNETA – Sono aperte le iscrizioni alla scuola gratuita di italiano Penny Wirton, costituita presso la scuola di primo grado “Domenico Ghirlandaio” in via Primo Maggio 47, a Tavarnuzze, ed aperta a migranti di ogni età e provenienza.

    Le lezioni si svolgono una volta a settimana, ogni giovedì dalle 15 alle 17, e per partecipare basta la registrazione dell’allievo con i dati anagrafici e di residenza.

    La convenzione, nata tra il Comune di Impruneta, l’Istituto Comprensivo “Primo Levi”, l’Associazione Gruppo di Volontari di Tavarnuzze e l’Associazione Penny Wirton, intende promuovere lo sviluppo culturale, la possibilità di interscambio delle esperienze e delle sensibilità di cui sono portatori gli stranieri e i migranti, l’educazione e lo sviluppo dei valori della democrazia, la solidarietà fra i popoli. E, non ultima, l’inclusione ed integrazione sociale.

    L’Associazione Gruppo Volontari Tavarnuzze gestisce la registrazione dei volontari e degli stranieri che chiedono la frequenza e provvede a comunicare i nominativi all’Istituto “Primo Levi”, per consentirne l’accesso nei locali, e organizzerà e predisporrà un apposito calendario dei corsi da trasmettere all’Istituto comprensivo.

    “Da anni sul nostro territorio comunale arrivano migranti accolti nei centri accoglienza provenienti da moltissime parti del mondo, in quest’ultimo anno molti anche dall’Ucraina e Afghanistan” spiegano il sindaco Riccardo Lazzerini, la vicesindaca Laura Cioni, le assessore alla scuola Irene Marchetti e all’inclusione sociale Lara Fabbrizzi.

    “Sul nostro comune – proseguono – sono inoltre presenti molte badanti di varie nazionalità, bisognose di migliorare il loro livello di conoscenza della lingua italiana. L’avvio di questo progetto permette di dare un supporto concreto a queste persone, oltre ad un reale sostegno a persone in maggiore difficoltà, ossia tutte quelle che non conoscono l’alfabeto latino e ancora di più a chi non è mai stato a scuola ed è perciò analfabeta totale.”

    La scuola Penny Wirton è nata a Roma nel 2008, per sostenerla è stata fondata nel 2010 anche l’Associazione Penny Wirton, di cui è presidente Eraldo Affinati.

    L’associazione, con sede legale a Roma, dal 2016 è iscritta nel Registro regionale del volontariato del Lazio nella sezione cultura con il n. 357.

    La scuola Penny Wirton nasce dall’intuizione del professor Affinati, docente di lettere, che si è reso conto della difficoltà dei migranti arrivati da poco in Italia nel raggiungere i requisiti minimi previsti dal nostro sistema scolastico.

    La scuola si attiene ad un insegnamento uno-a-uno, nella persuasione che ogni persona costituisca un caso a sé e non punta ad una formazione scolastico-curricolare, ma ad un apprendimento globale, attivo e pratico della lingua e della quotidianità di vita.

    Non vengono dati voti perché lo scopo è quello di aiutare la persona a migliorare la conoscenza della lingua italiana, tenendo presente i livelli di partenza, anche al fine del superamento degli esami per l’ottenimento del permesso di soggiorno.

    Ogni studente è dotato di una scheda individuale che descrive il suo punto di arrivo in modo da consentire l’intercambiabilità dei docenti volontari.

    I volontari possono essere tutte le persone della società civile, anche non in possesso di diplomi specialistici, purché adeguati alla funzione e capaci di saper mantenere una relazione personale costruttiva sia con gli studenti sia con i colleghi.

    Per iscriversi ai corsi è possibile inviare una mail all’indirizzo pennywirton.impruneta@gmail.com, oppure recarsi presso la sede dell’associazione Gruppo Volontari di Tavarnuzze, in via Cassia 103 a Tavarnuzze.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...