spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 25 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    On line (anche se ancora in costruzione) il sito web: chi vi ricorda…? Un certo Matteo?

    Si stanno scaldando velocemente i "motori" in vista delle consultazioni primarie che, a Impruneta, sanciranno il candidato sindaco della coalizione di centrosinistra.

     

    Anche se per adesso la coalizione è da mettere, come si dice, "nero su bianco", intanto si sta muovendo chi, nel Partito democratico, vuol mettersi in gioco: in particolare Joele Risaliti (il primo ad annunciare, settimane fa, la sua "discesa in campo"); l'assessore Marco Pistolesi (rimasto sempre sotto traccia); e, negli ultimi giorni, il renziano doc Alessio Calamandrei.

     

    Che, partito per ultimo, pare però avere le idee molto chiare su come condurre la sua campagna. Segno che, con tutta probabilità, ci stava lavorando da tempo. Intervistato nei giorni scorsi dal Gazzettino (clicca qui per leggere l'intervista) aveva confessato di lavorare molto anche sul web, sia con Facebook che con il suo sito internet (www.alessiocalamandrei.it), già on line ma tuttora in costruzione.

     

    Guardate le due foto qui sopra: ci sono il sito di Alessio e un altro sito… molto conosciuto. Grafica, colori, contenuti: a noi pare che si somiglino… abbastanza!

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...