mercoledì 12 Agosto 2020
Altre aree

    Situazione Baldi e Flap, in molti al presidio: tiepido ottimismo dopo l’incontro con l’azienda

    Fiom e Filcams Cgil: "Apertura su pagamento retribuzioni. Domani assemblea con i lavoratori. Venerdì 17 luglio un altro incontro con l'azienda"

    TAVARNUZZE (IMPRUNETA) –  Grande partecipazione al presidio di questa mattina delle lavoratrici e dei lavoratori della Baldi Srl e della Flap Srl, lungo la via Cassia a Tavarnuzze.

    Con Fiom (Antonio Puoti) e Filcams (Chiara Liberati) Cgil presente la Cgil Chianti (Laura Scalia) e rappresentanti delle istituzioni regionali e territoriali, a testimonianza del valore sociale della vertenza in corso in un’azienda storica del territorio.

    Nel pomeriggio c’è stato l’incontro con l’azienda, assistita da Confindustria Firenze.

    Il sindacato ha rinnovato la richiesta di una data certa per il pagamento degli stipendi di giugno e della quattordicesima mensilità.

    “Si sono chiesti poi – dicono da Fiom e Filcams – chiarimenti rispetto alle intenzioni aziendali sulla possibile apertura di una procedura concorsuale, preannunciata la scorsa settimana in una lettera consegnata alle lavoratrici e ai lavoratori”.

    “Al termine dell’incontro – aggiungono – registrato una tiepida apertura da parte della proprietà rispetto al pagamento delle retribuzioni”.

    “L’azienda – informa il sindacato – ha chiesto due giorni di tempo per verificare con i propri consulenti le condizioni tecniche per procedere con le operazioni di bonifico, garantendo che nessuna procedura concorsuale verrà attivata prima del prossimo incontro sindacale, che si terrà nella mattina di venerdì 17 luglio alle 9.30”.

    “Al tavolo – dicono ancora i rappresentanti sindacali – è stata inoltre confermata l’intenzione di attivare gli ammortizzatori sociali disponibili per entrambe le società”.

    “Come Fiom Cgil e Filcams Cgil – rilanciano – continuiamo ad esprimere forte preoccupazione per il futuro lavorativo delle dipendenti e dei dipendenti, che incontreremo domani pomeriggio in assemblea per aggiornarli sull’esito dell’incontro e per concordare con loro le prossime azioni da intraprendere”.

    “Prendiamo atto – concludono – degli impegni presi dall’azienda e lavoreremo affinchè il lavoro dei 30 lavoratori venga tutelato e garantito”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...

    Sostengono Il Gazzettino