spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 6 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Domenica 24 novembre spettacolo al cinema teatro Buondelmonti. Biglietti in vendita

    IMPRUNETA – Solidarietà e teatro rappresentano da sempre un binomio inscindibile. Se poi, oltre a fare qualcosa di concreto per chi opera nel mondo del volontariato, si può assistere anche a uno spettacolo divertente, l'obiettivo, anzi il doppio obiettivo è raggiunto.

     

    In questo caso, l'invito per andare a teatro e passare un pomeriggio in assoluta spensieratezza è quello rivolto dalla sottosezione Chianti dell'Unitalsi che per domenica 24 novembre alle 16, presso il cinema-teatro Buondelmonti a Impruneta, a fianco della Basilica, ha organizzato uno spettacolo, messo in scena dalla compagnia teatrale ”La Caldana”, dal titolo “Un grillo per la testa”, di Mauro Bignami, un’opera tratta da “Le avventure di Pinocchio” di Carlo Collodi.

     

    Uno spettacolo realizzato con la regia di Bruna Tanini Piazzini, la collaborazione di Ughetta Pratesi, i costumi di Piera Cantini e le scene di Enrico Pazzagli. Fra gli attori, invece, nel ruolo fra l'altro di uno dei personaggi chiave della storia, Geppetto, troviamo Andrea Costi, storico unitalsiano di Borgo San Lorenzo, mentre a impersonare Pinocchio sarà Andrea Naldi.

     

    Insomma, ci sono tutti i presupposti per compiere un gesto significativo e, soprattutto, divertendosi. Il costo del biglietto, infatti, è di soli 8 euro e, come già detto in precedenza, l’incasso sarà devoluto interamente alla sottosezione Unitalsi del Chianti.

     

    La prevendita è iniziata e i biglietti si possono acquistare anche per telefono chiamando Francesco (3356477070) o Giuliana (3337016630).

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...