spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 5 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    C’è tempo fino al 31 dicembre per partecipare al bando di Start Impresa

    Il concorso che premia le nuove e migliori idee imprenditoriali del territorio. In palio cinquemila euro

    IMPRUNETA – E' prorogato fino al 31 dicembre il bando del concorso di Start Impresa che premia le migliori idee imprenditoriali del territorio. In palio c'è un contributo di cinquemila euro da utilizzare per l'avvio della nuova impresa messo a disposizione dal Banco Fiorentino-Mugello Impruneta Signa.

    È attivo dall'inizio dell'anno lo sportello di Start Impresa, un servizio a cui rivolgersi per incontrare professionisti (commercialista, avvocato, consulente del lavoro), ed esperti del settore (imprenditori, funzionari della banca) che affiancano i neo imprenditori e li supportano nella fase iniziale del progetto (avere orientamento, informazioni e consulenza), nello studio e redazione di business plan, nella ricerca di finanziamenti oltre che nella realizzazione della propria idea (per partecipare basta prendere appuntamento con il responsabile del “Laboratorio”, Edoardo Billi, scrivendo a startimpresa@impruneta.bcc.it o telefonando alla filiale di Scandicci, al numero 055757650).

    Con l'avvio del laboratorio di impresa la banca ha anche lanciato un concorso a premi. Quello che sarà giudicato il migliore tra i progetti presentati entro il 31 dicembre prossimo sarà premiato con un contributo di 5.000 euro da utilizzare per l'avvio della nuova impresa. La partecipazione è riservata a tutte le imprese neo costituite e a quei soggetti che intendono sviluppare iniziative imprenditoriali con sede nei comuni di Scandicci, Impruneta, Bagno a Ripoli, Greve in Chianti e nei territori di Tavarnuzze e Galluzzo.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...